La parola a: Lucia Guazzoni

I libri di Lucia Guazzoni

Ciao Lucia e grazie per essere qui con noi! Raccontaci qualcosa di te.
Sono Lucia e sono una vecchia signora che adora scrivere.

E ora parlaci di Lucia Guazzoni autrice. Da quanto coltivi questa passione e com’è nata.
Penso di aver cominciato a scrivere appena ho potuto tenere una penna in mano! Ho iniziato con le poesie, poi con gli articoli di viaggio, poi racconti e adesso romanzi.

Che tipo di scrittrice sei? Scrivi di getto o sei meticolosa nel progettare trama, scheda dei personaggi ecc…?
Diciamo che sono una scrittrice “anomala” nel senso che un romanzo, un racconto nasce prima di tutto in testa. Lo curo, lo seguo per giorni a volte settimane, “scrivendolo” fin nei minimi dettagli nella mia mente e quando è pronto, mi siedo al pc e scrivo, come sotto dettatura!

I manuali di scrittura, quanto sono utili, secondo te?
Quanto ogni genere di manuale. Diciamo che se hai la voglia di scrivere, può aiutare ma non sarai mai uno scrittore. Un po’ come i manuali di pittura, di body building o di paracadutismo. Li puoi leggere, imparare a memoria, superare persino esami, ma se non sei un pittore o non sei portato al body building o non hai il coraggio di lanciarti…non servono a niente!

Oggi il self publishing sta prendendo sempre più piede, come vedi questo fenomeno?
Da un lato mi sembra una buonissima cosa, io stessa ho pubblicato molto in self publishing con grandi soddisfazioni. Aiuta a portare ciò che scrivi ad un pubblico ampio e a farti conoscere. Da un altro lato, purtroppo non c’è regolamentazione o editing, quindi chiunque può fare self publishing, anche se scrive malissimo e credersi uno scrittore!

E ora diamo spazio alle tue opere! Ti va di presentarcele?
Qui il problema diventa difficile! I miei romanzi sono di diversi generi, dal rosa all’avventura, dallo storico al quasi giallo e ogni uno ha una sua collocazione, un suo modo di nascere. Ho una Manuale di Autoguarigione, un Libro di Cucina,un romanzo storico che uscirà per Natale, altri progetti… Per fare una breve lista:
Passioni nel vento – romanzo storico romantico
Brughiere selvagge – romanzo storico avventuroso
Il segreto dei Lanzichenecchi – avventura e mistero
Manuale di autoguarigione – per aiutarci a vivere meglio
Il mondo nella mia cucina – ricette e storie da tutto il mondo
Milano, Natale 1847 – che uscirà a giorni, storico, sull’ultimo Natale prima dei cambiamenti del 1848

Qual è il personaggio uscito dalla tua penna, che ami di più?
Forse il primo che è uscito in romanzo, anzi, in una trilogia La trilogia del Gabbiano. Frisco, il protagonista, è stato il primo col quale sono vissuta per mesi (come personaggio) e ormai è uno di famiglia! Ma in ogni romanzo ho amato ed amo i personaggi che creo, come se fossero amici, parenti.

E quello che ti ha dato più grattacapi?
Non ce ne sono che mi creano problemi, perché l’attimo che cominciano a vivere dentro di me, io divento loro! Vedo il mondo con i loro occhi, ragiono come loro, penso come loro, e quindi non ho problemi nel descriverli, nel sentirli.

Hai altri progetti in cantiere?
Sempre! Ho almeno cinque romanzi iniziati e non ancora finiti e nella testa se ne agitano ancora parecchi!

Bene, siamo arrivati alla fine, grazie per essere stata con noi. Per salutarci lasciaci uno stralcio di un tuo romanzo e in bocca al lupo per la tua carriere di autrice! 
Questo è l’inizio del romanzo di Natale…MILANO NATALE 1847

La neve aveva cominciato a cadere alle prime luci dell’alba di quel lunedì 20 dicembre e la città aveva già quel magico aspetto che solo un manto bianco può dare. Coperti i marciapiedi usualmente sporchi di fango e di carbone, coperte le strade percorse da carrozze, carretti e cavalli e coperta la grande piazza del Duomo che, attraverso la fitta cortina di neve, sembrava ancora più grande ed irreale.
Dante Frigerio, sveglio da ore, non si decideva ad alzarsi. Non che un po’ di neve gli facesse paura, ma il calore delle coperte e il respiro tranquillo di sua moglie lo portavano ad una certa placida pigrizia. In quel lunedì che iniziava la settimana precedente il Natale, con la mente in riposo, ripassava le tappe della sua vita, gli avvenimenti che lo avevano portato ad essere, alla soglia dei quarantacinque anni, soddisfatto e quasi felice. Gli occhi socchiusi che lanciavano occhiate possessive e vagamente adoranti alla sua stanza da letto, ai finestroni coperti da pesantidi broccato rosso scuro, al caminetto dove ardevano ancora le ultime braci.

Biografia:

25242090_s

Lucia Guazzoni nasce nel 1946 a Padova e fin dai primi anni della scuola comincia a scrivere poesie e racconti.
Dal 1965 al 1972 viaggia come Hostess a bordo di navi da crociera e di linea, spinta dal suo desiderio di conoscere il mondo e dalla sua passione per le lingue straniere che apprende con facilità (il suo bagaglio attuale è di inglese, francese, tedesco, spagnolo e greco moderno, ma il sogno nel cassetto è imparare il giapponese); è in quel periodo che comincia a pubblicare sui quotidiani italiani e svizzeri racconti di viaggi, di costume, storie di vita in quella che allora si chiamava Terza Pagina. Con un bagaglio di oltre trecento articoli pubblicati, passa poi alla narrativa giallo-rosa, inaugurando la Collana Rose Blu della Fabbri Editori con Il Padrone del Gabbiano e con un’altra decina di titoli.
Nel frattempo si trasferisce a Padova e lavora come addetta alle vendite presso una multinazionale americana di prodotti chimici, dove rimarrà fino al 1988, anno in cui viene trasferita allo stabilimento di Correggio (RE), andando ad abitare a Modena.
Nel 1992 lascia il lavoro e si dedica totalmente alla casa (un rustico ristrutturato nella campagna modenese) e alla famiglia, iniziando a scrivere quasi a tempo pieno.
Pubblica romanzi con le case Editrici Quadratum ed Edizioni Mimosa di Milano anche con diversi pseudonimi e collabora a riviste femminili dove, oltre ai romanzi a puntate e ai racconti, ha tenuto delle rubriche fisse mensili su diversi argomenti (Paranormale, Le Pietre, I Fiori ecc).
Nel 1990 pubblica Il  mondo in cucina, un libro di ricette con la Casa Editrice Carlo Lorenzini di Udine.
Nel 2002 pubblica un libro di poesie, Il lungo viaggio, con la casa Editrice Domina con la prefazione di Stanislao Nievo.
Ha pubblicato alcune poesie con l’Edizioni Il Filo e collabora con diversi siti on line di giornalismo e letteratura.
Dal 2001 si è trasferita in Friuli, ed ha continuato a scrivere. Ora ha al suo attivo diversi romanzi in self-publishing ( La trilogia del Gabbiano con Il padrone del gabbiano, L’isola del gabbiano e Il giorno dell’oracolo; Pirates’ Cove, Duello d’Amore) oltre al libro di poesie Il Lungo Viaggio, ora pubblicato in formato eBook come libro-fotografico. Con la Miremì Edizioni di Rimini ha pubblicato La caverna fuori dal tempo.
Con Santi Editore ha pubblicato i romanzi Dove nascono le conchiglie, Brughiere selvagge e Il segreto dei Lanzichenecchi, La dama nera, Passioni nel vento; un libro con racconti sul paranormale I racconti del mistero; un Manuale di autoguarigione, un libro di ricette Il mondo nella mia cucina: in uscita a breve Milano, Natale 1847.