A un passo da noi – Antonietta Agostini

 

Sinossi:

15967426_10208178742002353_1783611855_oDov’è la felicità?
Meta tanto ambita ma che a volte sembra così distante. E quando il bivio di fronte a te non ha cartelli con le indicazioni del percorso da seguire, fermati e respira. Ed è così per Chiara decisa ad andare avanti, a voltare pagina e lasciarsi indietro quel capitolo doloroso della sua vita che la vedeva legata a un amore a metà. Nonostante i suoi sforzi qualcosa la trascina ancora nel passato che la tormenta. Piena di rimorsi e paure cerca di fuggire al suo passato e ai suoi sbagli.
Ma più fugge e più viene spinta dalla vita stessa verso l’unico uomo che l’abbia mai amata.
E se adesso non ci fosse più spazio per lei nell’esistenza di Gabriele?
Spezzata da un amore a metà cercherà la strada per trovare quella felicità che continuamente le scivola via tra le mani come sabbia. A volte, accecati da un amore che sembra perfetto, non riusciamo a scorgere quale sia la strada da seguire sull’autostrada della vita.

Il seguito tanto atteso di Amori a metà

Titolo: A un passo da noi
Autrice: Antonietta Agostini
Pagine: 153
Genere: contemporary romance
Editore: Self publishing
Data d’uscita: ebook: 13 Gennaio 2017

La Duologia:
1. Amori a metà – 19 Dicembre 2014 (Butterfly Edizioni
2. A un passo da noi – 6 Gennaio 2017 (Self publishing)

 

frame4

«Tu sei stato con quella!» Oddio, perché l’ho detto ancora?
Lui indietreggia di un passo e mi guarda serio.
«Allora non hai capito proprio un tubo», dice in un sussurro.
«Spiegamelo allora», di cosa stiamo parlando? Mi sono persa nei suoi occhi e sono annegata nella tempesta di emozioni che sto provando in questo momento.
«Io non voglio più nessuna donna.»
Mi scappa una risata isterica, e lui mi fulmina con lo sguardo.
«Che c’è da ridere?»
«Tu lo sai che non è vero. Non saresti mai stato con quella se fosse vero.»
«Sei di coccio, porca miseria!» Sì allontana un po’, e torna subito alla carica, ma questa volta accorcia le distanze e mi afferra per la vita, schiacciandomi contro il suo torace.
«Sei gelosa?» Domanda serio.
Sì, sì e ancora si…sono gelosa, lo sono da morire. Non posso farci nulla.
«No», lo allontano, ma lui stringe di più la presa.
«A me sembra proprio di sì.»
Guarda con insistenza le mie labbra. Io invece, cerco come una disperata i suoi occhi.
«Ti ho detto di no», ripeto sperando di sembrare convincente.
«Okay, ho fatto l’amore con lei.»
Una pugnalata avrebbe fatto meno male. La mia mano si muove da sola, spinta dalla rabbia e dalla delusione, colpendolo dritto in faccia con forza.
Lui mi stringe ancora di più, senza reagire al mio gesto. Senza dire nulla. Il suo viso è arrossato ed io mi sento subito in colpa. Non so neanche perché l’ho schiaffeggiato, in fondo lui è libero di fare quello che vuole, non è più mio, e io non sono più sua.
Ora sono io a fissare la sua bocca. E vorrei anche poterla sfiorare con la mia. Ma è lui a farlo per primo sorprendendomi.

frame4

 

                                     

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *