La parola a: Anna G.

 

Il romanzo di Anna G.

 

Conosciamo oggi un’altra autrice della Santi Editore

e il suo primo romanzo

 

Ciao Anna e grazie per essere qui con noi! Raccontaci qualcosa di te.
Buongiorno innanzitutto. Grazie per l’intervista. Non è mai facile raccontarsi in poche righe. Sono una ragazza normale, ventiseienne, una grande sognatrice. Vivo in Puglia con la mia famiglia e sto per laurearmi.

E ora parlaci di Anna G. autrice. Da quanto coltivi questa passione e com’è nata.
Nasce un anno fa. Parte dalla musica, da una canzone in particolare. E soprattutto da un bisogno, quello di trasferire un periodo particolare su carta.

Che tipo di scrittrice sei? Scrivi di getto o sei meticolosa nel progettare trama, scheda dei personaggi ecc…?
Dipende. Non c’è uno standard. Ci sono momenti in cui scrivi dieci pagine di seguito e altri in cui ne scrivi una in un giorno.
Solitamente sì, studio la struttura di ogni capitolo e le date, i luoghi insomma che tutto sia logico e quanto più possibile reale.

I manuali di scrittura, quanto sono utili, secondo te?
Son sincera. Sono utili per curare un aspetto tecnico, ma io penso che un buon libro sia soprattutto un concentrato di emozioni non da manuale.

Oggi il self publishing sta prendendo sempre più piede, come vedi questo fenomeno?
Ha dei pro e contro come ogni cosa. Può essere un facile trampolino di lancio ma al tempo stesso un’illusione per molti. Anche perché dietro una casa editrice c’è un grande lavoro da parte di tanta gente.

E ora diamo spazio alle tue opere! Ti va di presentarcele?
Il mio primo romanzo, Amor Vincit Omnia, è un romanzo d’amore. Il primo di una trilogia. È ambientato su più quartieri di Londra e in parte in Irlanda. I due protagonisti sono due ragazzi fondamentalmente normali. Emily indipendente, introversa, testarda e fredda. Laurie bello, sorridente, ironico, con un cervello ben sviluppato. Dopo il loro primo incontro, Laurie decide che la sua missione primaria è sciogliere il cuore più gelido al mondo. Se ci riuscirà non ve lo dico, ma penso che la loro storia meriti di essere letta e vissuta perché fa sognare.

Qual è il personaggio uscito dalla tua penna, che ami di più?
In assoluto Laurie. Non perché è il classico belloccio, anzi, ma perché è stato sviluppato da me cercando di trasmettere ogni emozione, ogni sensazione che anche un uomo compie per amore. Si è stato divertente ed emozionante.

E quello che ti ha dato più grattacapi?
Per ora nessuno, ma nel secondo libro ho avuto parecchi problemi con un personaggio in particolare.

Hai altri progetti in cantiere?
Ho appena finito di scrivere il secondo capitolo della trilogia e ora sto lavorando al terzo.

Bene, siamo arrivati alla fine, grazie per essere stata con noi. Per salutarci lasciaci uno stralcio di un tuo romanzo e in bocca al lupo per la tua carriere di autrice!

«Sei sempre così dura? Ricorda che anche il più terribile dei ferri prima o poi si piega.».
«Non mi stenderò mai ai tuoi piedi. Sei solo un saputello egocentrico!». – Questo ragazzo non ha neanche la minima idea di con chi ha a che fare. Come può solo pensare di essere così presuntuosamente convinto? Vorrei scappare via e andarmene eppure c’è una forza magnetica che mi costringe a restare e a portare a termine questa conversazione. La sto affrontando a testa alta anche se ho la sensazione di essermi imbattuta in una sorta di colloquio di lavoro per il quale non conosco l’impiego.
«Ti stenderai e sarà la cosa più bella che ti sia mai capitata.»

Segui Anna G:

Pagina Facebook

Sinossi:

Emily e Laurie. Amor vincit omnia. Una grande storia d’amore. Perché prima di qualsiasi altra cosa, prima di essere un cumulo di pagine, prima di essere un manoscritto, questo libro è una grande storia d’amore. Un romanzo che racconta la vita di Emily, studentessa indipendente con una propria casa a Londra. Una ragazza che vive di lavoretti poco stabili, di problemi economici, e soprattutto di una grande insicurezza, la mancanza di fiducia negli uomini e in generale in ogni persona che non le accompagni un minimo di fatti alle parole. Perché non si fida di loro? Perché la nostra Emily nasconde un segreto che le ha cambiato il passato condizionandole la vita futura. Un segreto che non la lascia vivere come dovrebbe, che restringe il suo campo vitale alla sola stretta cerchia di persone alle quali permette di entrare nella sua bolla. E poi c’è lui, Laurie. Non il classico belloccio, non un muscoloso palestrato senza sale in zucca, ma un ragazzo divertente, a tratti imbranato, con un amore incondizionato da donare. Un ragazzo caparbio, che pur di raggiungere un obiettivo tenta il tutto per tutto. Anche lui ha i suoi scheletri nell’armadio e i suoi segreti scottanti ma metterà tutto da parte per dedicarsi ad un solo obiettivo: sciogliere il cuore più freddo che abbia mai incontrato. Il tutto è contornato da un ambiente della Londra moderna che si sposta su quartieri diversi, che cerca anche nell’atmosfera descritta una luce di speranza e di futuro. Con Emily e Laurie i giochi sembrano fatti, ma come nelle loro indole, ogni imprevisto è dietro l’angolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *