Il sorriso della meretrice – Fabrizio Ulivieri

 

petalitralepagine2 (3)

Sinossi:

Microriflessioni in tempi di crisi. Un collage di mini racconti che presentano la storia di personaggi più disparati, un libro di sentimenti di nicchia negativi che nascono dagli intestini. Ma ciò che accomuna tutti i personaggi è la speranza e proprio attraverso essa i sentimenti verranno esposti a uno stato permanente di luce che potrebbe tuttavia redimerli.

“Molti oggi vivono in uno stato di negatività, chiusi nella loro nicchia. Fanno una vita di nicchia. Il loro stato di negatività è legato a un modo di strutturare la vita che li ha portati a vivere secondo una persistente alterazione dei recettori neuro-gastrici. Queste persone di nicchia sono malae operanti naturae cooperatores, ovvero costruttori della loro stessa natura di nicchia. In genere, questi sono individui dalla struttura culturale basica. Di poche letture. Di scarsi ideali. Vivono come animali assecondando i loro istinti uterini o fallici, del basso ventre. Mancano di “ligature” per usare un’idea di Giordano Bruno, che leghi la loro volontà animale ai valori che però disconoscono a priori: agli aspetti magici e terapeutici della bellezza. Coltivare la bellezza dentro di sé calma i demoni interiori. Li lega. Li imbriglia e li doma. Attraverso un’educazione alla bellezza anche i sentimenti più radicati nelle parti oscure dell’intestino verrano “ligati” (connessi) a uno stato permanente di luce.”

E-book formato Kindle € 2,68

pagine 145

pubblicazione: Ottobre 2013

 

 

petalitralepagine2 (2)L’autore

Scrittore fiorentino per elezione, Fabrizio predilige un tipo di scrittura semplice ma che allo stesso tempo educhi alla riflessione. Nella sua scrittura ama toccare temi universali come amore, eros, thanatos fino, talora, sfociare nel fantasy.

Ha pubblicato “L’Eterno Ritorno” (Akkuaria), “Albert Richter un’aquila fra le svastiche” (Bradipolibri), “Il Culo e la riduzione Fenomenologica” (Montag Edizioni), “Il Ritorno Che Non Volevo” (Amazon), “L’Essenziale e’ invisibile agli occhi” (Amazon).

 

 


Segui Fabrizio Ulivieri:

Blog

Facebook

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *