La Stella di Giada – Stefania Bernardo

Una nuova bellissima edizione

del romanzo d’esordio di Stefania Bernardo!

Sinossi:

Giamaica, 1720

Fuggire, lasciarsi alle spalle tutto il dolore, i giudizi di una vita piena di errori e trovare un nuovo lavoro come domestica. Con questi unici desideri in tasca, Scarlett Baker decide di imbarcarsi per Londra, ma l’oceano sa essere spietato tanto quanto il destino. Giovane e indomita, perderà ogni speranza quando verrà catturata dalla ciurma della Stella di Giada. Finita in un inferno di lame e crudeltà comandato dal capitano Shiver, un pirata considerato il diavolo in terra, Scarlett sarà costretta a prendere decisioni difficili e inaspettate che la trascineranno su una rotta carica di passione, pericoli e combattimenti sanguinosi.
Un romanzo d’amore e d’avventura, sullo sfondo dei Caraibi del XVIII secolo, dove libertà, giustizia e odio si confondono all’orizzonte, tra i profumi dei tropici e i colpi delle sciabole.

 

Titolo: La Stella di Giada
Autore: Stefania Bernardo
Copertina: Dipinto di Giulia Massera, elaborazione Mela Rossa Graphic
Edizione: II
Genere: storico sentimentale e d’avventura
Versioni disponibili: ebook su Amazon e Kindle Unlimited – Cartaceo
Prezzo ebook: Offerta lancio fino al 30 di giugno. Prezzo standard:€ 1,90

 

Non cʼera più alcuna vergogna nella testa, nessuna paura. Christopher cullava la sua pelle verso un angolo di paradiso che era decisa a prendersi. Lʼavevano chiamata ribelle, poco di buono. Persino puttana. Solamente perché, per tutta la vita, aveva cercato quellʼebbrezza: la musica di un cuore che non aveva paura di osare.

 
                                      

Biografia:

Stefania Bernardo nasce a Ivrea il 17 dicembre 1985. È autrice di romance storici e d’avventura. Dopo diversi anni di studi tecnici nel campo del diritto e dell’economia, decide di pubblicare il suo primo romanzo. Dal 2016, dopo aver seguito corsi specializzati, è editor e correttrice di bozze. Sul suo blog si occupa di approfondimenti storici e da spazio ad altri autori emergenti con interviste e presentazioni. Con altre tre autrici, è amministratrice del gruppo facebook: “Io leggo il romanzo storico”.

Altri romanzi dell’autrice: Royal Fortune e Scura come la notte

 

Segui l’autrice:

Mail: staffsbfdream@gmail.com
Blog: stefaniabernardoblog.wordpress.com

 

La vendetta del bandito – M. Piazza, P. Boiocchi

Ecco il nuovo romance storico dell’emozionante serie

firmata da Michela Piazza e Pamela Boiocchi

Sinossi:

Bretagna, 1742

“Ora è mia.”
Un biglietto infilzato nel letto con un pugnale, unica traccia di un rapimento.
L’Ankou, il famigerato contrabbandiere, ha catturato l’ingenua Elspet e ha in serbo per lei un’opera di seduzione lenta e inesorabile, un gioco eccitante, pericoloso e irresistibile.
Ma cosa può aver spinto un criminale simile a catturare una fanciulla dolce e sognatrice?
Fergus non riesce a smettere di domandarselo, mentre insegue la sorella conscio di avere a disposizione solo una manciata di ore per salvarla.
Tra antichi segreti e nuovi inganni, castelli in rovina e scogliere battute dal vento, una corsa contro il tempo la cui posta in gioco sono i cuori dei protagonisti.
Due storie d’amore ricche di passione, un’avventura costellata di tradimenti, vendetta e redenzione.

 

 

 

 

                                   

 

Le autrici:

 

Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati (La maledizione di Blackbeard e La donna pirata) e insieme hanno scritto i chick lit della serie Amori al peperoncino, l’erotico Il mio lato proibito e i romance storici Il riscatto del pirata e La conquista dell’indiano.

Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.

 

 

 

Release blitz: Cassia – Giovanna Roma

 

 

Sinossi:

Non posso tornare indietro, né procedere con la mia vita.
Sono stata classificata inadatta a vivere nella società. Rinchiusa come un animale.
E questo ha attirato la loro attenzione.
Stanno venendo a prendermi.
Uno dei due vuole quello che nascondo nella testa. Vuole scagliarmi contro la sua preda.
L’altro vuole togliermi di mezzo per sempre.
Entrambi mi spingono verso il precipizio e io sono costretta all’impensabile.
La loro offerta non ha affatto il gusto di un’offerta.
Uscirne è impossibile.
Divengo parte di un piano già in atto.
Divengo l’ultima creatura nella quale pensavo di tramutarmi per continuare a vivere.
Divengo una cacciatrice.

 

 

 

 

 Attenzione!!! Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente,
linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non
adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù. Non sono frasi fatte, è la
verità. Si prega di seguire l’avvertimento.

 

TITOLO: Cassia
SERIE: Deceptive Hunters #3
AUTRICE: Giovanna Roma
Self-pubblishing
GENERE: Dark romance
DATA PUBBLICAZIONE: 16 maggio 2017
PREZZO: € 2,99

Su Goodreads 

 

 

 

Adam non ribatte, prende del tempo per osservarmi. Persino quando tace incute
soggezione. Non sa cosa dire, ho vinto. Ne sono convinta finché il suo pollice preme
intimidatorio sulla mia gola.
«Non tirare la corda.» Il fumo esce dalla sua bocca e mi lacrima gli occhi. Quando il
volto ricompare dalla foschia, avrei preferito rimanerne nascosta. «Perché si spezza»
sussurra sotto i miei colpi di tosse. Infine allunga un braccio indietro e restituisce il
bicchiere a Kirill.
«Cassia non è pronta per la missione. La sua incapacità di sottostare alle direttive di un
superiore è evidente.» L’amico afferra il calice. Ormai Adam mi dà le spalle. Le mani
iniziano a sudarmi. «Non ti improvvisi sicario dall’oggi al domani.» Kirill si sposta per
liberargli l’uscita. «Non capisci cosa siano il duro lavoro e la disciplina.»
Spegne la sigaretta con un gesto brusco sul portacenere del carrello dei liquori. Mi
condanna senza guardarmi. Ho l’assurdo senso di panico quando deludo qualcuno, quando
temo che mi stiano abbandonando perché non mi sono impegnata abbastanza. Il nodo alla
base della gola è difficile da mandare giù.
«Aspetta!» urlo d’impulso. Non ci penso. Se l’avessi fatto, mi sarei tappata la bocca con
entrambe le mani. Adam si irrigidisce, ma attende che prosegua per onorarmi dei suoi occhi.
Sperava nella mia resa?
«Sono pronta a lavorare…» La sua testa si inclina, lo sguardo intercetta la mia figura.
«Per Razov.» E i suoi smeraldi diventano selvaggi e abissali.
Il mio petto riprende a gonfiarsi d’aria, il sangue a fluire misurato nelle vene.
Lavorerò per lui, non per te.
Mai per te.
© “Deceptive Hunters Series” – “Cassia” di Giovanna Roma

 

 

 

Opere precedenti:

La mia vendetta con te (dark romance);
Il Siberiano (dark romance);
Il patto del marchese (regency);
Adam (dark romance, Deceptive Hunters Series #1);
Razov (dark romance, Deceptive Hunters Series #2).

 

GIVEAWAY

Il giveaway prevede ben tre copie digitali del romanzo “Cassia”. Il contest durerà dal 16 al 23 maggio. Il 24 estrarrò il vincitore attraverso i miei canali social e consegnerò i premi il giorno stesso sui loro kindle.
Partecipare è semplice e sono certa molti passaggi li abbiate già fatti 😉 :
– #Like alla mia pagina autrice su Fb;
– #Condividere il post fisso della mia pagina sulla vostra bacheca Fb in modalità PUBBLICA;
– #Commentare il mio post fisso con i link (o screen) di entrambe le vostre recensioni per “Adam” e “Razov” su Amazon. Capite bene che si tratta dell’ultimo romanzo di una serie e vorrei evitare che vi roviniate il finale. 🙂
Entrare nel mio gruppo Giovanna Roma’s News non è obbligatorio, ma molto apprezzato. 🙂

Desiderate accedere a estratti, booktrailer, eventi e teasers esclusivi per questo e i prossimi romanzi? Entrate in Giovanna Roma’s News e scoprirete tante novità prima dei vostri amici, discuterete con altre lettrici e seguirete in diretta i miei lavori.

Biografia:

Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi La mia vendetta con te, il suo sequel Il Siberiano e lo storico Il patto del marchese.

 

 

 

Segui l’autrice:

PINTEREST
BLOG
GOODREADS
TWITTER: @_GiovannaRoma_
FACEBOOK
GRUPPO FACEBOOK
GOOGLE+
CANALE YOUTUBE

Sacrifice – Rya Series – Barbara Bolzan

 

 

Le porte di Idrethia si aprono di fronte alla principessa.

Siete pronti a varcarle con Rya?

 

Sinossi:

Non dimenticare mai chi sei, Rya. Ora che la strada intrapresa è incerta e il futuro altrettanto pieno di insidie, l’amore guida i suoi passi e la spinge a scelte difficili. Convinta di raggiungere Nemi, la principessa non può venir meno a se stessa e decide così di affrontare la dura realtà, la stessa che non ha mai davvero avuto il coraggio di guardare con i giusti occhi. L’Idrethia non è il luogo meraviglioso delle sue fantasie, è una prigione che inghiotte e getta nel fango, perché la vita fuori dal palazzo non è quella dei ricchi e dei potenti, ma di chi lotta per sopravvivere.
Il secondo capitolo di una saga avvincente, Sacrifice è il romanzo che dà nuova linfa alle vicende di Rya, una donna contro un mondo sconosciuto, che combatte per la dignità e per i suoi sentimenti. Perché una Niva non demorde, una Niva non si arrende mai.

 

 

E-book: 2,99 euro
Cartaceo deluxe: 16,50 euro
Date di uscita:
ebook: 10 maggio
cartaceo: 18 maggio (Novità SalTo30)

 

“Bisogna imparare ad adattarsi, gioia, e bisogna impararlo il prima possibile. O si finisce col soccombere, aveva dichiarato Nemi nel corso del nostro viaggio. Mi stava sgridando per le mie continue lamentele.
Bisogna imparare ad adattarsi, mi ripetei adesso, mettendomi in cammino. Per non soccombere.
Costi quello che costi.”

 

Fracture – Rya Series, già disponibile:

Sacrifice – Rya Series, data di uscita 10 maggio 2107
Deception – Rya Series, data di uscita 20 settembre 2017
Awaken – Rya Series, data di uscita 15 gennaio 2018

 

Per avere un piccolo anticipo sulla nuova avventura di Rya?

Potete seguire il Blogtour dedicato a Sacrifice.

 

 

Biografia:

Fate scrivere venti romanzi a Barbara Bolzan e non si tirerà indietro. Chiedetele di parlare di sé e vi guarderà come se foste alieni… quando invece l’aliena è lei. Affetta da una forma inguaribile di timidezza cronica, è più simile a una categoria dello spirito che a una persona in carne e ossa. Nonostante questo, collabora come editor, ghostwriter e illustratrice con diverse realtà editoriali e tiene corsi di scrittura creativa. Vincitrice di prestigiosi riconoscimenti letterari, ha già all’attivo varie pubblicazioni. Sacrifice è il suo secondo romanzo per la Delrai Edizioni.

 

 

 

La parola a: Isabel Greenwood + segnalazione

Buongiorno a tutti, riprendono le attività del blog dopo un periodo di pausa forzata a causa di problemi tecnici.

Oggi siamo in compagnia di Isabel Greenwood e del suo romanzo edito da Delos per la collana Odissea Romantica:

 

Sinossi:

Silfrida è una giovane donna Gota, venduta come schiava dagli usurpatori dell’Imperatore Teodosio e poi adottata da una coppia di romani che abita nei pressi di Verona, sulla via Postumia. È timida e timorosa, la evitano tutti a causa della sua origine barbara. Ma il Fato è in agguato e la sua vita verrà sconvolta per sempre. Il Padre che credeva perduto è il temibile Alarico, a capo dell’orda di barbari che invade il nord Italia. Partirà alla sua ricerca accompagnata da un giovane e valoroso guerriero Goto. Ma i legionari romani sono sulle loro tracce, la battaglia del Tanaro incombe. Riusciranno i due giovani a coronare il loro sogno d’amore e ritrovare Alarico?

 

 

 

 

Abstact:

Impero Romano 401 d.c. Silfrida e Ghiveric sono due giovani Goti che si amano in cerca della loro gente in un territorio che non conoscono, mentre l’epica battaglia sul Tanaro si avvicina.

Ispirazione:

Amo la Storia, soprattutto quella antica e romana. Mi affascinava molto il rapporto che esisteva tra Stilicone, magister romano ma anche d’origine vandala, e Alarico, a capo dei Goti. Stilicone infatti sosteneva le idee filo-barbariche dell’Imperatore Teodosio. Poi, sono una donna romantica e una storia d’amore c’è sempre nei miei romanzi.

Problemi con la stesura:

Come per tutte le autrici che si cimentano nella stesura di un romanzo storico, ho trovato dura la ricerca del materiale da studiare e su cui basarmi per ricreare gli eventi e le battaglie tra Alarico e Stilicone. Non tanto per gli usi dei Goti (basta studiare 9 agosto 378 l’anno dei barbari di Barbero e chiedere anche agli esperti per altre cose), ma proprio i fatti accaduti a quel tempo. Molti saggi si contraddicono. Alla fine ho chiesto a un esperto di Impero Romano che è stato così gentile da aiutarmi.

 

 

 Intervista 

Ciao Isabella e grazie per essere qui con noi! Raccontaci qualcosa di te.
Ciao a tutti e grazie dell’attenzione/intervista. Sono Isabel Greenwood (è uno pseudonimo) e scrivo da anni, ma solo di recente ho deciso di mettermi in gioco con un romanzo più sentimentale.

E ora parlaci di Isabella Greenwood autrice. Da quanto coltivi questa passione e com’è nata.
Sono sempre stata una buona lettrice. Ho iniziato con i classici dell’infanzia e già alle elementari leggevo moltissimo. Ma con la scrittura ho cominciato appena terminata l’università. In quel periodo ho scritto racconti e partecipato a diversi concorsi letterari.

Che tipo di scrittrice sei? Scrivi di getto o sei meticolosa nel progettare trama, scheda dei personaggi ecc…?
Sono molto meticolosa nella creazione dei protagonisti sia quelli inventati da me sia quelli passati alla Storia (se si tratta di un romanzo storico), ma non faccio delle vere e proprie schede. Ho un quaderno dove prendo nota delle caratteristiche fisiche/lavorative/caratteriali che voglio attribuire ai miei personaggi, degli ambienti che frequentano, delle persone che conoscono (e come interagiscono) ecc.

I manuali di scrittura, quanto sono utili, secondo te?
Sono molto utili, soprattutto quelli più tecnici dove s’insegnano e si spiegano il punto di vista, l’infodump, come scrivere i dialoghi, come caratterizzare i personaggi ecc. Ho anche letto tempo fa il viaggio dell’eroe di Vogler e l’autore analizza gli archetipi letterari che si trovano in diversi generi letterari, soprattutto nei fantasy. Molto interessante, lo consiglio.

Oggi il self publishing sta prendendo sempre più piede, come vedi questo fenomeno?
Mi piace molto questa possibilità di mettersi ancora più in gioco, decidendo da sole a chi affidare l’editing, la copertina, la strategia di marketing da adottare, i prezzi ecc. Certo, il romanzo deve essere curato sotto tutti i punti di vista, anche grammaticale, altrimenti io non lo auto-pubblicherei.

E ora diamo spazio alle tue opere! Ti va di presentarcele?
Titolo: Silfrida la schiava di Roma
Genere: storico, sentimentale e avventuroso
Editore: Delos Digital
Collana: Passioni Romantiche
Pagine: 200 pagine
Formato: solo digitale

Siamo nel V secolo DC, una fanciulla di origine Gota viene trovata e venduta a un taberniere che l’adotterà come figlia. Ha un fratellastro, Tullio, che è innamorato di lei. Il Fato la travolgerà quando i Goti entreranno in Italia attraverso le Alpi Giulie. I personaggi principali sono quattro: Silfrida, una fanciulla gota poco consapevole delle sue origini, delicata e non molto coraggiosa (salvo nei momenti di maggiore tensione, per salvare l’innamorato o la famiglia), Tullio, il fratellastro di Silfrida, innamorato di lei, e che desidera tenerla al sicuro dai barbari; Stilicone, magister utriusque militiae romano, con il desiderio di potere e di cacciare i barbari dal suolo italico, ma che non vuole sterminare a causa della sua politica; Alarico, re dei Goti, che vuole solo un riconoscimento militare e della terra da gestire con la sua gente.

Qual è il personaggio uscito dalla tua penna, che ami di più?
Di sicuro Silfrida, una donna comune all’epoca dei romani, una schiava adottata da una famiglia romana e cristiana. Non un personaggio sopra le righe, con una forte personalità, ma una fanciulla con il desiderio di conoscere il padre naturale e la sua gente (i Goti). Non molto coraggiosa all’inizio, ma che muta e mostra audacia nel momento del bisogno.

E quello che ti ha dato più grattacapi?
Stilicone con la sua politica filobarbarica e anche Alarico, re dei Goti, con il desiderio di rivincita.

Hai altri progetti in cantiere?
Per ora no.

Bene, siamo arrivati alla fine, grazie per essere stata con noi. Per salutarci lasciaci uno stralcio di un tuo romanzo e in bocca al lupo per la tua carriere di autrice!

PROLOGO
A.D. 394

Settembre, nei pressi del fiume Frigidus

C’era una quiete innaturale in quella terra boscosa, rotta solo dal lontano scroscio del fiume impetuoso. Tutti gli animali della zona erano fuggiti all’arrivo degli eserciti. L’astro infuocato era appena sorto quando Alarico si guardò intorno, prima dell’inizio della battaglia. Era un po’ nervoso, incerto sull’esito: la posta in gioco era molto alta. In lontananza intravedeva l’esercito di Eugenio, l’usurpatore. Presto i suoi Goti, affiancati ai Romani comandati dal magister utriusque militiae Stilicone e i milites romani nemici si sarebbero scontrati, decidendo le sorti dell’Impero Romano.
– Attaccate! – comandò Stilicone ad Alarico.
– Gli esploratori non sono ancora tornati a riferirti com’è il terreno, magister Stilicone – protestò seccato il capo dei Goti. – Non voglio inviare i miei uomini allo sbaraglio.
I cavalli avrebbero dato il meglio solo su un terreno pianeggiante; se li avessero lanciati al galoppo sulle colline, i nemici li avrebbero trucidati.
– Non ne abbiamo il tempo. Il nemico è troppo vicino. Avanzate! – ordinò ancora l’ufficiale romano. Gli occhi grigi di Stilicone luccicarono sinistri e il magister gli apparve come un lupo in caccia.
Vuole indebolire le truppe di Eugenio a nostro discapito.
Un sibilo di malcontento uscì dalle labbra di Alarico ma, nonostante l’inquietudine, intimò ai suoi guerrieri di avanzare verso l’avversario. Iniziò il barritus di guerra, il grido terrificante che i Goti utilizzavano per spaventare il nemico. Per rendere il suono più agghiacciante si mise lo scudo sulla bocca, imitato subito da tutti i suoi uomini. Un rumore, come di tuono, riempì l’aria nei pressi del Frigidus. Tuttavia i leoni di Flavio Eugenio non fuggirono in preda al terrore.
– Carichiamo! – impose ai suoi guerrieri, squadrandoli uno per uno quando il canto terminò.

 

 

 

                                          

 

Biografia:

Isabel Greenwood è lo pseudonimo di un’autrice che ha all’attivo già numerosi racconti, romanzi e partecipa spesso a concorsi letterari.
È da sempre appassionata di Storia italiana: Impero Romano, alto e basso Medioevo, Rinascimento. Con il suo ultimo romanzo ha deciso di mettersi in gioco con un’opera più romantica.

 

Segui l’autrice:

Pagina autore su Facebook

 

Sweet Love (Sweet Trilogy Vol. 2) – Maddalena Cafaro

Sinossi:

A volte il destino si diverte. A volte stravolge la nostra vita, a volte non sappiamo quanto abbiamo bisogno di quel cambiamento finché non arriva.
April Trevisan ama la sua vita così com’è. Ama la sua famiglia, ma più di tutto ama il suo lavoro. Markus Wagner è un interior designer dal fascino indiscusso, con un viso da bravo ragazzo e tatuaggi da bad boy.
Un pomeriggio di fine agosto può cambiare le loro vite? Può scatenare una passione che rischierà di consumarli?
L’amore a 360° gradi, la famiglia, la passione, il desiderio incontrollabile.
Sweet Love, perché l’amore è la magia più potente al mondo.

Genere: romance
Pagine: 216
Prezzo: 1,99 €

 

 

 

                                 

Biografia:

Maddalena Cafaro è un’autrice di romance e dark fantasy, nata e cresciuta a Battipaglia, e trasferita in Lombardia per amore.
Sposata e mamma di  due bambini meravigliosi, dedica il tempo libero a loro e alle storie che la fantasia le suggerisce.
Collabora con il blog Babette Brown Legge per Voi nel quale recensisce libri e intervista autori sia italiani sia stranieri.

 

 

Segui l’autrice:

Pagina Facebook  Sito Web

 

Un pezzo del mio cuore – Giuseppina Vitale

 

Sinossi:

Spin-off life choices
Marco è il classico adolescente figo. Bello, sportivo e ha successo con le ragazze, eppure non sembrerebbe interessato a tutto questo. Trascorre le sue giornate in compagnia di Serena, la sua migliore amica. La ragazza è segretamente innamorata di lui e quando finalmente trova il coraggio di dichiararsi, la rifiuta per un’altra. Sembrerebbe una storia come tante: lei, lui e l’altra e invece c’è di più. Marco è confuso riguardo ai suoi sentimenti e a causa delle pressioni di sua madre sceglie Lisa. Cosa nascondono i suoi genitori? Perché non deve innamorarsi di Serena? Spesso la vita ci impone di crescere, Marco lo imparerà a sue spese. Sconterà sulla propria pelle errori che non ha commesso, dovrà fare i conti con un segreto troppo grande da accettare, combattere con il tempo a sua disposizione. Ormai troppo breve per dimostrare ai suoi cari quanto siano importanti per lui. Si dice che un fratello o una sorella sono un pezzo del tuo cuore che vivono in un’altra persona e lui sarebbe rimasto a vegliare su di loro per sempre.

Titolo: Un pezzo del mio cuore
Serie: life choices (può essere letto sia da solo che dopo Il diario di S. – Se dovessi scegliere te)
Formato: ebook/ cartaceo disponibile dal 1 Marzo
Prezzo: 1,99 e gratis su Kindle Unlimited

Odio e Amore – Doriana Torelli

 

Sinossi:

Questa è la storia di un amore travagliato. Lei Helen, 22 anni, studentessa modello, con un passato tormentato alle spalle, decide di abbandonare il suo paese d’origine per trasferirsi all’università in un’altra città. Lui Manuel, 28 anni, ex ragazzo di Helen, con tanti segreti alle spalle, non riesce a dimenticare il suo grande amore e decide di raggiungerlo abbandonando tutto e tutti. Perché questo è un amore oltre i tempi, oltre le distanze e oltre le difficoltà. Tanti saranno i colpi di scena. Tra passato, presente e futuro. Riusciranno i nostri protagonisti a tirar fuori i rispettivi scheletri e viversi un futuro sereno?

Titolo: Odio e Amore
Autore: Doriana Torelli
Editore: Lettere Animate
Genere: Romance
Data Pubblicazione: 26 Febbraio 2017
N. Pagine: 289
Prezzo ebook: 2,99 €
Prezzo Cartaceo: 15,00€
Disponibile: In tutti gli store on-line

 

 

 

 

 

 

                                       

 

Biografia:

Doriana Torelli nasce in un piccolo paese della murgia barese. Sposata con una bimba. All’età di 22 anni ha sradicato le sue origini e ha seguito il suo grande amore in Alto Adige dove attualmente vive. La sua passione per i libri nasce e matura dopo il clamoroso successo di Cinquanta sfumature. Decide così di avventurarsi nel campo della scrittura creando una pagina facebook ODIO E AMORE da cui prenderà il nome il suo primo romanzo. Inizialmente parte una pubblicazione a capitoli, poi interrotta per questioni personali. Ed ora eccola qui a distanza di due anni a riprendere in mano il suo sogno. Pubblicare un vero libro. Attualmente è in fase di pubblicazione del suo secondo romanzo, primo de La trilogia delle verità, dal titolo Avrei voluto averti veramente.

 

L’inganno del cuore – Ledra

 

Sinossi:

L’amore ha da sempre spaventato i fratelli Bacigalupi e Gordiano è il più restio ad aprire il suo cuore. Quando meno se lo aspetta, però, riceve una proposta che non può rifiutare: deve sedurre la figlia di un imprenditore in cambio della realizzazione di un sogno. Che sforzo potrà mai essere per uno come lui, abituato a usare le donne e a non legarsi mai, sposarne una per affari? Eppure Clelia è diversa. La maestra di Yoga, dai gusti nel vestire più orrendi che esistano, lo affascina e attrae come nessuna. Lei sorride e lui reagisce come uno sciocco, lei lo adula e lui si ritrova a gongolare. Qualcosa non sta andando come nei suoi piani e il sentimento bussa alla porta del suo cuore sterile ormai chiuso. A peggiorare la situazione c’è anche il coinvolgimento di suo padre, l’uomo più serio e lontano dall’emotività che lui abbia mai conosciuto, con la buffa zia di Clelia, Annelisa. Non gli rimane che una scelta, quella di scappare. Ma sarà abbastanza veloce per non farsi accalappiare da lei? Oppure è ormai troppo tardi?

Il secondo romanzo della serie Bacigalupi, i bei fratelli che fanno sorridere e sospirare con le loro avventure sentimentali.

Autore: Ledra
Titolo: L’inganno del cuore (Serie I Bacigalupi – Vol 2)
Pagine: 200
Genere: F/M – Romance
Editore: Self-published
Formato: ebook e cartaceo
Uscita: 1 marzo
Prezzo: 2,99 €
Dove acquistarlo: Amazon, Amazon Kindle Unlimited

                                 

Biografia:

Con Delos Digital ha pubblicato il racconto Il Ladro per la collana Senza Sfumature, l’antologia I colori dell’eros nella collana Odissea Digital e L’abete perfetto e Il bigamo per la collana Passioni romantiche.
Con Alcheringa edizioni è uscito sia in cartaceo che in ebook Foulard e… vecchi merletti.
Nella Dreams collection è contenuto Strage di cuori, crossover della serie I Piloti di cui Puzzle di cuori è il primo volume.
Un regalo speciale è una novella crossover tra le due serie dell’autrice.
Con lo pseudonimo Ledra Loi ha scritto, a quattro mani, Il cielo è sempre più rosa collana Youfeel Rizzoli. Alcuni suoi racconti sono comparsi in riviste, antologie e blog.

Pagina Autore FB

 

La parola a: Federica Amalfitano

 

Sinossi:

La vita a Florence è sempre stata monotona e priva di qualsiasi attrattiva finché, un giorno, il bosco che caratterizza la città si popola di un branco di lupi. Ellen Smith, timida ragazza diciassettenne, si troverà catapultata in un mondo che mai avrebbe potuto pensare esistesse davvero: quello dei licantropi. E quel ragazzo misterioso arrivato a scuola improvvisamente chi è in realtà? Le storie dei due giovani si incroceranno molto presto e, il legame protettivo che li unirà, si intensificherà giorno dopo giorno.
Il capo Alpha del clan, i Wolfers (Gran Consiglio dei licantropi) e i Verdana, faranno di tutto per distruggere il loro rapporto di amicizia.
Riusciranno i ragazzi a restare uniti nonostante le avversità?

Titolo: Gli occhi del lupo
Autore: Federica Amalfitano
Genere: Urban fantasy (YA)
Editore: Aletti Editore
Anno di pubblicazione: 2016
Formato cartaceo: pagine 244
Ebook: pagine 215
Prezzo cartaceo: € 14,OO
Ebook: € 4,99

Intervista:

Ciao Federica e grazie per essere qui con noi! Raccontaci qualcosa di te.
Mi chiamo Federica, ho trent’anni e mi sono laureata in scienze biotecnologiche alla Federico II di Napoli. Lavoro in un laboratorio e nel tempo libero coltivo le mie due più grandi passioni: la musica e i libri. Ok, un po’ noiosa come presentazione; la classica ragazza che studia, lavora e coltiva hobby. Ci deve pur essere qualcosa di esaltante nella vita di questa ragazza, qualcosa che la smuova e la carichi di adrenalina come il bungee˗jumping , il rafting sulle cascate del Niagara o gare automobilistiche clandestine… no, mi dispiace, niente di tutto ciò. L’unica botta di adrenalina mi viene quando arrivo in ritardo a qualche appuntamento (perché sono sempre puntuale) o quando compro qualche nuovo libro XD.

E ora parlaci di Federica Amalfitano autrice. Da quanto coltivi questa passione e com’è nata.
La passione per la scrittura è nata per caso durante gli anni universitari. Tra lezioni da seguire ed esami da sostenere, avevo bisogno di staccare un po’ dai miei impegni di studentessa fuori sede, e così ho cominciato a scrivere (e neanche qui qualcosa di esaltante, che noia!).

Che tipo di scrittrice sei? Scrivi di getto o sei meticolosa nel progettare trama, scheda dei personaggi ecc…?
Partiamo dal presupposto che non mi sento una scrittrice, ma una persona a cui piace scrivere e non lo dico tanto per dire anche perché la modestia non mi appartiene… XD. A parte gli scherzi, credo che gli scrittori, quelli con la S “maiuscola”, sono quelli che si dedicano anima e corpo al loro progetto e lo fanno per mestiere (milioni e milioni di copie vendute e ti credo che poi lo fai diventare un mestiere XD). Nella vita sono una ragazza precisa, quel tipo di persona che organizza sempre tutto in maniera quasi maniacale e che non deve vedere niente fuori posto o va letteralmente in crisi (perché non esiste che A si sposti in B e viceversa… da che mondo e mondo A sta in A e B in B), quando invece scrivo lo faccio di getto. Scrivo, cancello, riscrivo e ricancello fino a quando la storia che voglio tirar fuori mi sembra inizi pian piano a prendere forma.

I manuali di scrittura, quanto sono utili, secondo te?
Questi sconosciuti… sinceramente non ne ho mai fatto uso, non perché non ne abbia bisogno (anzi credo che una sbirciatina l’andrò a fare dopo questa intervista), diciamo pure che non ne conoscevo l’esistenza. Credo però possano essere utili a chi si avventura per la prima volta in questo mondo fatto di penna e carta (o più modernamente di tastiera e monitor).

Oggi il self publishing sta prendendo sempre più piede, come vedi questo fenomeno?
Il self è un ottimo modo per gli autori emergenti di farsi conoscere dai lettori quando una casa editrice non apprezza il tuo lavoro o, peggio, non considera affatto gli esordienti. Come per tutte le cose però, ci sono dei pro e dei contro; ci sono in giro tantissimi romanzi autopubblicati e non vale la pena leggerli tutti: elementari errori grammaticali (come “ho” senza acca o “c’è” al posto di ce ˗ andiamo ragazzi, siamo o non siamo italiani? ˗.), trama ingarbugliata senza né capo né coda, ecc…

E ora diamo spazio alle tue opere! Ti va di presentarcele?

Titolo: GLI OCCHI DEL LUPO
Gebere: URBAN FANTASY
Ambientazione: Alcuni lettori mi hanno chiesto se mi sono ispirata a Firenze, la città toscana, per descrivere i luoghi in cui la storia si sviluppa. In realtà, nella mia immaginazione, colloco la cittadina di Florence in uno stato americano. Confina a sud con Lackwood, un altro paese boscoso, mentre a nord svetta una catena montuosa.
La maggior parte della cittadina è fagocitata nel verde della boscaglia. Siamo in autunno e il bosco è un trionfo di colori: tiepidi raggi di sole filtrano attraverso le chiome giallo-arancio degli alberi che risplendono come lingue di fuoco, mentre il verde del muschio che insieme agli arbusti forma il sottobosco si presenta come un manto di velluto scuro. L’aria che si respira è satura dell’odore della resina colata dai pini mescolata a quello delle foglie secche trasportate dal vento. Il bosco è prevalentemente costituito da pini e querce secolari, nonché da piccoli abitanti pelosi e uccelli di ogni genere.
È proprio in questa selva che dimorano i Kean: due case tinteggiate di verde attorniate da un giardino lussureggiante curato nei minimi particolari dalle donne di casa Kean. Sul lato destro del bosco, è edificato il “Florence High School”, l’unico Liceo presente in tutto il paese. La casa di Ellen, la protagonista, si trova a sinistra al limitare della boscaglia, accanto alla dimora dello sceriffo Taker.
Il centro cittadino ospita villette a schiera, un cinema, una biblioteca, dove Ellen passa del tempo a studiare o a leggere, il Saint’Andrea Hospital, e alcuni negozi sparsi qua e là tra cui l’ “Hearts Queen” dove le ragazze si recano spesso a fare shopping. C’è inoltre il “Matera”, una pizzeria in cui si incontrano i ragazzi del posto.
La cittadina di Florence è un’oasi di tranquillità e pace dove la natura regna incontrastata, finché non si popola di un branco di lupi. Solo allora si trasforma da un posto sicuro con la solita routine, in un luogo di lotte tra clan e segreti inconfessabili.

PER PRESENTARVI IL LIBRO, VI PROPONGO UN’INTERVISTA UN PO’ PARTICOLARE

Oggi mi trovo a Florence, nella piccola cittadina dove risiedono Ellen e Taylor… no, non sono matta; è un modo come un altro di farmi conoscere e farvi conoscere i miei personaggi attraverso un’intervista che mi faranno non appena riesco a districarmi da tutti questi arbusti. Vorrei proprio sapere chi ha deciso di piazzare alberi così fitti in questo bosco, beh… come non detto!
Finalmente riesco a percorrere il sentiero battuto che attraversa il bosco; da qui intravedo la casa di Taylor dove si terrà l’intervista. Passo davanti al casolare di Paul che, con una sigaretta tra le labbra, mi fa un cenno di saluto con la testa dalla finestra. Non ci posso credere… Paul Kean che conosce l’educazione! Ricambio il saluto e mi avvio verso la casa del capo Alpha. Non appena suono il campanello vengo accolta da Anne che, con il suo immancabile tailleur color perla, mi accoglie cordialmente e mi fa accomodare in salotto dove è già riunita tutta la famiglia di Taylor, compresa Ellen.
«Era ora che arrivassi. Ma quanto tempo ci hai messo? Ti stiamo aspettando da ore», mi rimprovera il capo Alpha Tom Kean con il suo solito tono burbero.
«Mi sono persa. Non pensavo che il bosco fosse così intricato e pieno zeppo di pericoli sotto forma di arbusti e radici secolari», mi difendo prontamente.
«E meno male che se lo è inventato lei!», dice sottovoce Taylor a Ellen che gli dà una gomitata. Cominciamo bene! I miei stessi personaggi che mi prendono in giro.
«Allora, io sono pronta per questa intervista», esclamo cercando di abbreviare la conversazione più assurda della mia vita.
«Sei in ritardo e dai pure ordini? Autrice, sei nel nostro mondo. Le regole le dettiamo noi, se permetti».
La voce di Paul alle mie spalle mi fa trasalire. Ecco, ci mancava solo lui!
«Paul, non essere maleducato. Posso offrirti qualcosa, cara?», mi domanda Sara, sempre pronta a essere una buona padrona di casa.
«No, grazie mille. Sono a posto così», le rispondo passandomi le mani sudate sui jeans quando Paul si accomoda sul divanetto di fronte a me. Questa conversazione comincia a rendermi nervosa. Si accende l’ennesima sigaretta della giornata e osserva ogni mio movimento scrutandomi con i suoi occhi grigi.
«Diamo inizio a questa intervista!», esclama Tom dalla sua scrivania rompendo il silenzio. «Chi vuole cominciare a fare una domanda alla nostra ospite?».
Tre mani si levano al cielo contemporaneamente. Sono i piccoli John, Kate e Robert che all’unisono mi domandano: «Perché in questa storia ci viene dato poco spazio?».
Perfetto! Ed io che credevo di cavarmela con un: “Come è nata questa storia?”, o con: “Qual è il tuo genere preferito?”. Temporeggio prima di rispondere; sono pur sempre dei bambini e se non scelgo le parole adatte mi riempiranno ulteriormente di domande.
«Come ben sapete, i protagonisti di questa storia sono Ellen e Taylor» esordisco, ricevendo un occhiolino da Ty e un sorriso sincero da Ellen. «Mi sono quindi concentrata su di loro, sulle loro caratteristiche, sui loro bisogni. Con questo non voglio dire che non contiate nella storia anzi, il vostro contributo sarà fondamentale, come ben sapete».
John si batte una mano sul petto orgoglioso del proprio operato, mentre Bob e Kate sembrano abbastanza soddisfatti della mia risposta.
Bene, la prima è andata. È il turno di Cody che mi domanda il motivo per cui è l’unico Kean, eccezion fatta per i piccoli, a non essere dotato di un fisico da wrestler. Gli spiego che ha appena dodici anni e che dovrà allenarsi duramente per quello. Le successive domande riguardano i miei gusti in fatto di libri e la mia musica preferita. Ottimo! Le domande semplici sono quelle che preferisco.
«Non ho un vero e proprio libro preferito. Quello che sicuramente rileggerei, perché trovo davvero coinvolgente, è “Il Signore degli Anelli” di Tolkien e la saga “Shadowhunters” della Clare. Per quanto riguarda la musica, il mio genere preferito è il pop, ma ascolto davvero di tutto: dalla musica classica al rock», rispondo ad Anne e Randy che mi hanno posto queste domande. Inizio a sentirmi a mio agio, malgrado la presenza di Paul. Quest’uomo incute un certo timore; la cicatrice che gli attraversa il volto è proprio come l’avevo immaginata: sottile e di colore chiaro ma, nonostante ciò, quello che ho di fronte è un uomo piacente, il cui viso non è stato modificato in maniera negativa da questo segno particolare.
«Signorina Amalfitano, mi stai ascoltando?», mi riprende Taylor per la seconda volta.
«…eh? Certo, come no», gli rispondo destandomi per un secondo dai miei pensieri. «Dicevi?».
«Ti stavo chiedendo cosa ne pensi di noi», mi ripete nuovamente. «Siamo nati dalla tua fantasia o ti sei ispirata a qualcuno?».
«C’è sempre un pizzico di realtà nei libri; qualcuno di voi potrebbe ricordarmi una persona che conosco, mentre gli altri sono nati così dal nulla, frutto della mia immaginazione».
«Parliamo un po’ dei nostri nomi; anche questi sono di fantasia?», mi chiede Ellen.
«Il tuo sì, così come quello di Anne, Tom, Bob e Kate. Randy, Cody e John sono i nomi di wrestler, mentre Taylor quello di un attore».
Ty si scrolla dalle spalle della polvere inesistente per pavoneggiarsi. La modestia è sempre stata il suo forte!
Il tempo trascorre velocemente e il sole sta calando per dar spazio alla luna e alle stelle. È giunto il momento di tornare a casa.
«Vai già via, cara?», mi domanda Sara mentre mi alzo dalla poltrona su cui sono seduta. «Questa casa sarà sempre aperta per te».
Ringrazio tutti per questa insolita chiacchierata e, dopo averli salutati, mi avvio verso la porta.
«Ti accompagno io», mi dice Paul scortandomi fuori come una bodyguard. Scendo gli scalini del portico e lo ringrazio nuovamente.
«Prima che tu vada… ho una sola domanda per te».
«Spara!», gli dico rassegnata. Speravo di non riceverne una da lui.
Paul scuote il capo. «Che imperativo infelice!». Mi rendo conto della gaffe appena fatta e gli chiedo scusa. «Fa niente. L’importante è che l’arma non sia caricata con materiale d’argento», mi dice scrollando le spalle. «La mia domanda è molto semplice: lo scoprirà prima o poi, vero?». Annuisco e lui incrocia le braccia al petto così forte da far gonfiare i suoi bicipiti. «Perché? Non puoi lasciare tutto com’è? È troppo per te non incasinare quello che già di incasinato c’è?».
«Hai detto una sola domanda… ciao ciao, Paul», gli rispondo salutandolo con la mano.
Lo lascio borbottare tra sé e m’inoltro nuovamente nella vegetazione.
Strano mondo è questo dell’urban fantasy. Chi ti sembra buono è invece dedito al male, e chi potrebbe ricevere il premio come cattivo dell’anno è in realtà buono come il pane.
A me non resta che tornare nel mondo reale e decidere se, dopo questa intervista, sono ancora capace di intendere e di volere.

Qual è il personaggio uscito dalla tua penna, che ami di più?
Senza alcun dubbio il personaggio che amo di più è Taylor Kean ( non perché descritto come un adone, poi ha diciassette anni ˗ il toyboy anche no XD). È il copratogonista del romanzo insieme a Ellen. È il tipico adolescente ribelle che se ne frega delle regole e in più è il figlio del capo Alpha del branco e quindi maggiormente responsabile di tutto ciò che combina. È un lupo solitario che preferisce affrontare tutto da solo piuttosto che chiedere aiuto ad altri, ma che nasconde un lato fragile e sensibile.

E quello che ti ha dato più grattacapi?
Paul Kean è sicuramente stato la mia nemesi. È lo zio di Taylor, fratello del capo Alpha, che come il nipote è anticonformista, la pecora nera della famiglia, ma che cerca di attenersi alle regole imposte dall’Alpha per il bene del clan.

Hai altri progetti in cantiere?
Ho due progetti in cantiere: il primo riguarda il seguito di questo romanzo (anche se “Gli occhi del lupo” potrebbe essere un libro autoconclusivo), mentre il secondo è sempre un romanzo urban fantasy incentrato sugli elementi della natura e una lotta contro il Kaos e spero presto di poterli pubblicare entrambi (sempre che trovi dei lettori disposti a leggerli XD)

Bene, siamo arrivati alla fine, grazie per essere stata con noi. Per salutarci lasciaci uno stralcio di un tuo romanzo e in bocca al lupo per la tua carriere di autrice!
Mi accorsi che qualcosa non andava in lei. Già la sera prima, quando l’avevo lasciata dopo la rivelazione, mi era parso di sentirla agitata. E come biasimarla. Le avevo confessato di essere un licantropo, e la storia dei nostri antenati non raccontava certo di uomini e mutaforme che vivevano insieme in pace e tranquillità. E vogliamo parlare della filmografia di Hollywood o di Cappuccetto Rosso? Penso che abbiate capito cosa intendo.
Essendo il suo lupo protettore, potevo sentire quello che provava, e quello che stava provando in quel momento era puro terrore. Una fitta mi colpì dritta al cuore.
«C’è qualcosa che non va?», le chiesi avvicinandomi mentre lei arretrava sempre di più.
«No, cosa te lo fa pensare?», mi rispose con la voce spezzata.
Urtò un bicchiere di vetro che aveva appoggiato sulla spalliera del letto e che andò in frantumi. Ero a pochi passi da lei.
«Ti prego… non farmi del male», mi disse quando l’ afferrai per un braccio prima che mettesse un piede scalzo sui pezzetti di vetro sparsi ai piedi del letto.
«Io non ho nessuna intenzione di farti del male. Perché dovrei?».

                                       

                                       

Link per l’acquisto:

Amazon – IBS

Segui l’autrice:

Blog – Facebook